-- InfoPolitica
--
Partiti
--
Le istituzioni (IT)
--
Le istituzioni (EU)
--
Sondaggi
--
Portali politici

-- gadgets
-- parliamone
-- rassegna stampa
-- i nostri amici
-- i nostri links


credits

Forza Italia Giovani

> Torna al menu precedente per consultare l'archivio relativo alle iniziative del nostro gruppo.

 

Archivio news - 30/05/2002 - Referendum: Baldelli (Giovani FI), firmer˛ quello PRC su art.18

REFERENDUM: BALDELLI (GIOVANI FI), FIRMERO' QUELLO PRC SU ART. 18


(AGI) - Roma, 30 mag. - "Non condivido il merito del referendum di Bertinotti, con cui si chiede l'estensione dell'art.18, pero' ho intenzione di firmare per la sua presentazione perche', dal punto di vista politico, esso e' una sorta di bomba ad orologeria piazzata all'inter no della sinistra". Lo dice Simone Baldelli, coordinatore dei Giovani di FI, che aggiunge: "Se si dovesse andare a votare un quesito del genere larga parte della sinistra sarebbe costretta o a sposare le tesi di Bertinotti, o, piu' probabilmente, a rinnegare tutta la guerra di religione combattuta sull'art. 18 e ad ammettere che la campagna messa in piedi da Cofferati e compagni e' stata ed e' ancora oggi soltanto uno strumento di 'lotta' nei confronti di Berlusconi, non certo una battaglia di tutela dei lavoratori che meriti di essere portata alle estreme conseguenze". 

ART.18: BALDELLI (FI), POTREI FIRMARE REFERENDUM ESTENSIONE

(ANSA) - ROMA, 30 MAG - Per ora e' definita una ''boutade'' ma il leader dei giovani di Forza Italia, Simone Baldelli, non esclude di firmare il referendum per l'estensione dell'art. 18 promosso da Prc, Verdi e Salvi.
''Non condivido il merito del referendum di Bertinotti'', spiega il giovane 'azzurro', ''perche' si tratta di una dichiarazione di guerra alla piccola impresa, al mercato del 
lavoro e ai giovani disoccupati'': ''Pero' ho intenzione di firmare per la sua presentazione perche', dal punto di vista politico, esso e' una sorta di bomba ad orologeria piazzata all'interno della sinistra, grazie a cui potrebbero esplodere le ambiguita', le contraddizioni e le ipocrisie dell'opposizione in tema di diritti sul lavoro''. ''Se si dovesse andare a votare un quesito del genere, infatti, - spiega Baldelli - larga parte della sinistra sarebbe costretta o a sposare le tesi di Bertinotti, o, piu' probabilmente, a rinnegare tutta la guerra di religione combattuta sull'art. 18 e ad ammettere che la campagna messa in piedi da Cofferati e compagni e' stata ed e' ancora oggi soltanto uno strumento di 'lotta' nei confronti di Berlusconi e della CDL, non certo una battaglia di tutela dei lavoratori che meriti di essere portata alle estreme conseguenze''.

Per conoscere a fondo Forza Italia e i suoi valori di LibertÓ.

Visita l'archivio delle nostre fotografie
Visita l'archivio delle nostre fotografie

Pagine di attualitÓ e campagne attualmente in corso